SERIE D: PRIMO SORRISO IN TRASFERTA

Dalla-Chiara 2019VIGODARZERE-ATV AGSM SAN BONIFACIO 68-84 

Parziali: 25-18, 37-37; 52-62
ATV AGSM San Bonifacio: Bevilacqua 10, N’Dolli, D’Onofrio 12 (+12 rimb.), Crowder, Statua 22, Ruda 11, Mignolli 20, Busola, Dalla Chiara 9 (+7 rec.). Schintu n.e. All.: Ugo Schiavo.
Primo colpo in trasferta per Sambobasket che passa sul campo di Vigodarzere con un rush nella ripresa. Un successo costruito cambiando registro in difesa e con un 50% nelle triple che ha spianato la strada agli “orange”.
L’ATV AGSM parte bene con le triple di Statua (10 punti nel quarto) e Mignolli, ma i padroni di casa agganciano e sorpassano con alte percentuali di tiro, sfruttando anche il gioco in velocità, che è loro più congeniale. La difesa sambonifacese fa il resto, così i padovani allungano fino a toccare il massimo vantaggio sul 33-20 con una serie di sciagurate palle perse. La reazione della squadra di Ugo Schiavo e Willy Notaro arriva nel finale del periodo con un break 9-0 costruito in lunetta e chiuso dalla tripla di D’Onofrio sulla sirena dell’intervallo che fissa la parità.
Serie D fine a VigoIn avvio di ripresa un canestro in post basso di Bevilacqua firma il sorpasso, controbreak Vigodarzere per il 44-39, quattro triple consecutive di Dalla Chiara e Mignolli spianano la strada alla fuga dei sambonifacesi che all’ultima pausa breve hanno il vantaggio in doppia cifra.
Nel quarto conclusivo Vigodarzere si affida ancora all’energia dei suoi giovani e ai ripetuti extrapossessi, ma l’ATV AGSM tiene a distanza i padovani con due canestri di fila di Statua e D’Onofrio e ancora con Mignolli. L’assist di Karl N’Dolli per D’Onofrio è il sigillo al primo sorriso lontano da San Bonifacio.
Sugli scudi Emanuele Dalla Chiara, protagonista nel momento più difficile: il “Dottore” ha chiuso con 3/4 dalla grande distanza, sfoderando anche una grande intensità difensiva. Mano calda ancora una volta per Ricky Mignolli (4/6 da oltre l’arco), il “rosso della Valpolicella” è stato fondamentale in ogni momento della partita, mentre Jack Statua ha attaccato spesso il ferro con ottimi risultati (6/9). A presidiare l’area “zio Franz” che ha spazzolato 12 rimbalzi e Demetrio Ruda, che ha festeggiato il 23° compleanno stringendo i denti per i problemi muscolari.