SERIE D: PER UN SOFFIO FUORI DAI PLAYOFF

Serie D gruppo RoncagliaATV AGSM SAN BONIFACIO-RONCAGLIA 60-61
Parziali: 7-16, 29-26; 42-45
ATV AGSM San Bonifacio: Bevilacqua 3, D’Onofrio 2, Visentin, Statua 9, Accordi 8, Ruda, Mignolli 20, Pimazzoni 6, Busola 4, Dalla Chiara, Gueye 8. All.: Matteo Zappalà.
La stagione 2019 di Sambobasket si chiude sui due tiri liberi di Pavan a 5” dalla fine, la contemporanea vittoria dell’Araceli a Este esclude l’ATV AGSM dal postseason dopo una sfida combattuta a viso aperto al Palaferroli contro la capolista che non ha fatto sconti. Un finale-fotocopia di domenica scorsa a Vicenza che non inficia la positiva reazione dei sambonifacesi in questa parte finale della stagione, anche non sono stati raggiunti i playoff, conquistati nei tre anni precedenti.
Serie D vs RoncagliaLa partenza è da “ciapa-no”. La squadra di Matteo Zappalà e Willy Notaro si sblocca con un tiro libero di Statua sullo 0-7 dopo quasi 5’ e il primo canestro dal campo arriva al 7’ con Mignolli che finalmente interrompe la serie nera trovando poi due triple consecutive. Così la rimonta si completa sul 19-19 con Pimazzoni e Jack Statua, poi il Rosso della Valpolicella firma il sorpasso: 21-21. San Bonifacio perde Demetrio Ruda vittima di una distorsione alla caviglia, Roncaglia torna avanti, il punteggio resta in equilibrio ma un canestro di Gueye da metà campo sulla sirena dell’intervallo manda l’ATV AGSM negli spogliatoi avanti 29-26.
Nella ripresa i padroni di casa si arrampicano due volte sul +5, un parziale 0-10 sembra consegnare la partita ai padovani (40-45) poco prima dell’ultima pausa. Serie D fine RoncagliaSambobasket non molla, trova due canestri importanti con Busola nell’area colorata, riemerge anche dal -7 in dirittura d’arrivo con un gioco da 3 e poi una tripla di Mignolli, poi Gueye con 2/2 dalla lunetta firma il sorpasso: 60-59 con 45” da giocare. Gli orange recuperano palla con 30” sul cronometro, la gestione dell’ultimo possesso purtroppo produce una palla persa, a -5” un fallo manda in lunetta Pavan che marchia il controsorpasso e con Mignolli raddoppiato nel pitturato il tiro da 3 sulla sirena è affidato a Pimazzoni che manca d’un soffio il canestro che avrebbe sancito una meritata vittoria. Applausi per tutti e cala il sipario.